18 novembre 2019

Ante cucina: i punteggi di qualità delle più richieste

Le ante cucina differiscono notevolmente sulla base di proprietà tecniche – come le caratteristiche del materiale o la manutenzione richiesta – e di qualità estetiche, cioè la gamma colori e finiture.

Vi abbiamo recentemente proposto la classifica dei top cucina più richiesti, oggi vi mostriamo quella dedicata alle ante cucina, ricordandovi che esaminare gli aspetti economici, estetici e funzionali dei materiali a disposizione è il primo passo per compiere la scelta giusta nella scelta delle ante da cucina su misura per i vostri ambienti.


Vediamo subito quali sono i punteggi di qualità assegnati alle ante da cucina più diffuse

 

1) Ante cucina in laminato

Quelle in laminato sono le ante cucina più diffuse probabilmente poiché, oltre a possedere discrete proprietà tecniche, rappresentano una delle soluzioni più economiche. ante-cucina-laminato
Questa tipologia di ante cucina, in assoluto la più leggera, viene realizzata su misura con lo spessore di 20 mm e con bordo in abs, in alluminio o nello stesso laminato.

Le ante da cucina in laminato offrono una delle più ampie gamme di colorazioni, proposte sia nella versione lucida che in quella opaca.

La limitata resistenza al calore è lo svantaggio principale delle ante per cucina in laminato: l’eccessiva vicinanza a fonti di calore e umidità potrebbe provocare, a lungo andare, lo scollamento del rivestimento.

La manutenzione delle ante cucina in laminato è molto semplice ed immediata: potete utilizzare un panno umido in microfibra e un detergente neutro, evitando accuratamente di utilizzare spugnette in acciaio, acetone e prodotti abrasivi. Solo in caso di macchie più ostinate, potete usare spazzole morbide o spugne, ricordandovi di rimuovere subito le tracce del detersivo utilizzato così da evitare opacizzazioni della superficie.  

Fattori tecnici: 3/5
Fattori estetici: 4/5
Manutenzione: 4/5
Punteggio complessivo: 3,7/5

2) Ante cucina in gres porcellanato  

Le ante per cucina in gres costituiscono l’opzione migliore tra quelle proposte: il punteggio che riserviamo a questa tipologia di ante da cucina è di 5 su 5 e vi spieghiamo subito perché.anta-cucina-gres-porcellanato
Il gres porcellanato è un materiale che si distingue notevolmente dagli altri per maggiore funzionalità e resistenza, soprattutto rispetto ad urti e abrasioni.

Le ante della cucina realizzate con il gres, a differenza di quelle in laminato, sopportano eccellentemente il calore, il vapore e l’umidità.

Vengono prodotte su misura con spessore 22 mm e con telaio in alluminio (a scelta fra diversi modelli).
Da un punto di vista dell’estetica, le ante cucina in gres porcellanato sono in grado di garantire eleganza e, in generale, un forte impatto visivo. Si presentano in una varietà di colori selezionata ma ricca, con finiture molto moderne ed eleganti. Inoltre sono disponibili in differenti tonalità di bianco, uno dei colori più richiesti per le ante in cucina. 

Unico svantaggio delle ante per cucina in gres è la loro sensibilità agli agenti acidi, aspetto facilmente trascurabile se considerate che sono molto resistenti alle macchie e che per loro corretta manutenzione sono sufficienti una spugna bagnata e un comunissimo detergente liquido.

Fattori tecnici: 5/5
Fattori estetici: 5/5
Manutenzione: 5/5
Punteggio complessivo: 5/5

3) Ante per cucina in melaminico

Se siete particolarmente attenti al risparmio, le ante cucina in melaminico fanno al caso vostro, poiché sono la tipologia più economica fra quelle proposte.ante-cucina-melaminico-effetto-legno
Disponibili in vari decorativi che riprendono meticolosamente l’effetto legno e l’effetto cemento, vengono realizzate in tre spessori diversi (18, 20 e 22 mm.) a seconda della finitura.

Alcuni dei nuovi decorativi degli sportelli della cucina in melaminico, come ad esempio il sherwood brandy e il muffing, sono ideali anche per la realizzazione di composizioni bicolore, ad oggi molto richieste e moderne, in abbinamento ad esempio alle ante laccate o a quelle in laminato bianco.

Anche i due decorativi effetto cemento (in questo caso il luna bianco e luna grigio) rappresentano una scelta d’arredo sempre più diffusa.

Anche la pulizia delle ante cucina in melaminico è molto semplice: sono necessari un panno morbido (microfibra) e detersivi neutri. Solo in caso di macchia ostinata, è consigliato di utilizzare alcool etilico molto diluito, continuando ad evitare le spugne abrasive.

Fattori tecnici: 3/5
Fattori estetici: 4,5/5
Manutenzione: 4/5
Punteggio complessivo: 3,8/5

4) Ante della cucina in legno

Le ante della cucina in legno sono ideali negli ambienti classici e quando si vuole creare un ambiente rustico.ante-cucina-in-legno
Le ante di questo tipo vengono prodotte attraverso l’impiallacciatura di varie essenze (principalmente rovere e noce) e successivamente verniciate.

Solitamente sono disponibili nelle dimensioni standard, con spessore 22 mm. e a poro aperto.
I decorativi delle ante cucina in legno, con le loro striature morbide e i colori caldi ed intensi, permettono di ricreare ambienti molto accoglienti e dallo stile tradizionale. Il legno, infatti, è un materiale “vivo”, che garantisce un’inconfondibile sensazione di naturalezza al tatto e all’olfatto.

Per la manutenzione possono essere utilizzati il classico panno in microfibra con detergente neutro, ma sono assolutamente da evitare i prodotti chimici aggressivi o le spugne abrasive.

Fattori tecnici: 4/5
Fattori estetici: 4/5
Manutenzione: 4/5
Punteggio complessivo: 4/5

5) Ante da cucina laccate

Come già sottolineato nell’articolo sulle ante cucina laccate, queste sono dei veri e propri elementi di tendenza all’interno delle cucine e dei living. Nelle loro versioni lucida e opaca, le ante per cucina sono dei veri e propri elementi di tendenza di questi anni, nonché la soluzione ideale per conferire stile ed eleganza alla propria cucina.ante-cucina-laccate
Le ante della cucina laccate vengono realizzate su misura con spessore 19 mm o con spessore 22 mm per dimensioni standard. 
La resistenza agli urti e la loro durabilità può risultare variabile, poiché dipende in buona parte dalla qualità della vernice utilizzata durante la laccatura. Anche quando viene utilizzato un prodotto di qualità, le ante da cucina laccate non risultano indistruttibili e vanno trattate con cura e secondo le indicazioni di manutenzione consigliate.

Le ante per cucina laccate consentono una massima personalizzazione dell’ambiente grazie all'ampissima gamma di colorazioni, disponibili nelle versioni opaca, lucida o metallizzata.

Per la loro manutenzione evitate l’acetone e i detergenti abrasivi in genere e, chiaramente, le spugnette abrasive che potrebbero creare macchie indelebili. Inoltre, vi consigliamo di non esporre direttamente le ante della cucina di questo tipo ai raggi solari, poiché questi potrebbero comprometterne la resa estetica.

Fattori tecnici: 4/5
Fattori estetici: 5/5
Manutenzione: 4/5
Punteggio complessivo: 4,3/5

6) Ante da cucina in vetro e alluminio

Le ante cucina in vetro e alluminio sono indiscutibilmente l’evergreen dell’arredo non solo della cucina, ma anche del living e del bagno!ante-cucina-vetro-e-alluminio
Si prestano perfettamente alla personalizzazione dell’ambiente, non solo poiché sono diverse le tipologie di telaio a disposizione, ma soprattutto perché sono disponibili in una vasta gamma di colori RAL (alcuni disponibili nella versione opaca, altri in quella lucida).

Per la realizzazione delle ante cucina il vetro utilizzato è temprato, ottenuto cioè attraverso un processo di riscaldamento e raffreddamento che garantisce resistenza termica, agli attriti e alle piccole collisioni. Il motivo per il quale viene realizzato questo tipo di procedimento è che il vetro temprato, in caso di rottura, si sbriciola e non taglia.

Le ante per cucina in vetro prodotte con questo procedimento offrono un’ottima garanzia di sicurezza. Inoltre, si tratta di prodotti che non contengono formaldeide né producono alcun tipo di emissione tossica o batterica.
Le ante della cucina in vetro sono molto resistenti alle macchie; per mantenerle pulite, potete adoperare una spugna morbida con un detergente comune o, meglio ancora, un prodotto specifico per la pulizia del vetro.

Fattori tecnici: 4,5/5
Fattori estetici: 5/5
Manutenzione: 4/5
Punteggio complessivo: 4,5/5

Condividi