19 marzo 2019

Top cucina: i pro e i contro del laminato

Il top cucina in laminato, grazie al suo basso prezzo e alla sua versatilità, è sicuramente il più presente nelle cucine degli italiani. In questo articolo analizziamo le caratteristiche di questo prodotto, con particolare riferimento ai pro e ai contro. 

 

Le caratteristiche tecniche del top cucina in laminato: profondità, spessori e bordi

 Il top cucina in laminato è composto da un pannello in truciolare idrorepellente V100 rivestito da laminato plastico ad alta pressione (denominato HPL), che rende il prodotto idrorepellente e ignifugo. 
 
La profondità standard del top cucina in laminato è 60/61 centimetri. Per i piani di lavoro è disponibile anche in profondità maggiori, fino ad un massimo di 124 centimetri.

La lunghezza è variabile in base alle dimensioni della cucina fino a un massimo di 400 centimetri.

Gli spessori disponibili per i top cucina in laminato sono 2, 4 e 6 centimetri e variano in base al bordo e al decorativo scelto.

Il bordo del top cucina in laminato è in ABS plastificato in tinta con la superficie del piano (salvo la variante alluminio). Il bordo può essere arrotondato (detto postforming) oppure squadrato (detto bordo dritto). Quest’ultimo è il più utilizzato nella maggior parte delle cucine moderne.

 

I decorativi e le finiture del top cucina in laminato

Il top cucina in laminato è quello che presenta la maggiore varietà di decorativi: si va dalle tinte unite, agli effetti legno, alle riproduzioni del marmo. La maggior parte delle finiture sono opache e si sconsigliano i lucidi che sono soggetti a graffiarsi con facilità. Al tatto, il top cucina in laminato può essere poroso o liscio. I decorativi porosi sono più resistenti ai graffi.
 

Il prezzo del top cucina in laminato

Il top cucina in laminato è quello che presenta i costi più contenuti. In particolare quello bordo postforming costa meno di quello bordo dritto. Sul costo incide anche lo spessore, infatti maggiore è quest’ultimo e più alto è il prezzo.
 

La pulizia e la manutenzione del top cucina in laminato  

Il top cucina in laminato si pulisce con un panno in microfibra e prodotti detergenti non aggressivi. Per non rovinarlo consigliamo di evitare di utilizzarlo come piano di appoggio per pentole calde o tagliare cibi sopra. Inoltre non lasciare stagnare l’acqua che potrebbe penetrare nelle fessure, rovinando le basi sottostanti.

VANTAGGI DEL TOP CUCINA IN LAMINATO
Prezzo contenuto
Ampia gamma decorativi
Dimensioni (lunghezza superiore ai 300 cm)
 
SVANTAGGI DEL TOP CUCINA IN LAMINATO
Bassa qualità
Garanzia breve
Materiale facilmente danneggiabile



 

http://www.healthcare-resource-guide.com
Condividi