10 aprile 2019

Ante cucina: il feng shui e l' uso dei colori

La scelta dei colori per le ante della cucina

I materiali e i colori scelti per le ante della cucina sono quelli che incidono maggiormente sullo stile complessivo dell’ambiente e non solo. In generale, la nostra mente viene influenzata quotidianamente dai colori che ci circondano, tanto che nel corso degli anni sono state sviluppate vere e proprie cure terapeutiche e discipline ad essi legate: se la cromoterapia è una terapia che si basa sull’impiego di immagini luminose e colorate, il Feng Shui è un’antica arte cinese orientata alla riorganizzazione armoniosa degli spazi abitativi anche attraverso il corretto utilizzo dei colori.

Un primo consiglio generale legato alla scelta dei colori da utilizzare all’interno di una stanza – come quelli di ante e top cucina – dipende dall’ampiezza degli spazi che avete a disposizione. Se avete una cucina molto ridotta, vi consigliamo di evitare di scegliere ante cucina dai colori caldi, poiché tendono naturalmente a restringere lo spazio. In generale, i toni chiari tendono a ingrandire i locali, mentre quelli più intensi e scuri creano l'effetto opposto.

 

Vediamo quali sono i colori più idonei all’arredo della cucina, con particolare riferimento alle ante:

  • Ante cucina in rosso.  

    È uno dei colori più vivi ed eccitanti, dal fortissimo impatto visivo. Trattandosi di un colore molto stimolante, il suo utilizzo ideale è proprio nelle sale da pranzo e nella cucina (da evitare, invece, l’utilizzo di mobili di questo colore nelle stanze dedicate al riposo). Consigliamo di abbinare le ante cucina rosse a colori naturali e neutri come il beige e il bianco oppure con particolari effetto legno. 

  • Ante cucina in giallo. 

    Simbolo di luce e sole, si tratta di un colore da sempre associato alla positività e alla creatività. Può essere scelto indistintamente in cucine ampie o piccole, poiché non riduce visivamente lo spazio. L’ideale sarebbe quello di accostarlo ad ante cucina dai colori neutri (come il bianco) o ad ante cucina in vetro.    

  • Ante cucina in blu. 

    È il colore che riesce ad essere, allo stesso tempo, stimolo della creatività e del relax. Il consiglio è di scegliere ante cucina con tonalità intense di blu se e solo se la cucina presenta un’ottima illuminazione poiché, a seconda della tonalità, cambia sostanzialmente la percezione della stanza. 

  • Ante cucina in verde

    Il verde richiama la freschezza, la serenità e la naturalità. Tra le diverse tonalità di questo colore, la più utilizzata per le ante cucina è il verde petrolio, spesso abbinato al bianco e al grigio. 

  • Ante cucina in bianco

    Spesso associato alla serenità, alla purezza e all’eleganza, il bianco è per eccellenza il colore dell’arredo, soprattutto per la sua grande versatilità. In abbinamento ai colori neutri (come il tortora e l’argento) possono essere realizzati degli ambienti particolarmente sobri e luminosi. Per creare uno spazio più colorato, invece, sarà sufficiente accostare qualche tinta accesa o nella vera e propria composizione della cucina o nella scelta dei dettagli d’arredo, rendendo la stanza più particolare e personale. 

Occorre prestare molta attenzione alla scelta di colori meno tradizionali per le ante della cucina, poiché spesso si tratta di colori intensi che si addicono maggiormente ai dettagli che alla composizione della cucina. Un eccesso di arancione o di viola, ad esempio, tende ad appesantire l’ambiente.

In linea generale, i toni caldi ci rendono più reattivi ed energici, mentre quelli freddi tendono ad avere effetti calmanti e distensivi. Un ultimo consiglio è quello di evitare di caricare l’ambiente utilizzando troppe tonalità differenti, poiché si rischia di renderlo visivamente poco ordinato e caotico. Nella scelta specifica delle ante cucina sarebbe più corretto prediligere una combinazione equilibrata di pochi colori opposti oppure l’utilizzo di sfumature tono su tono.

 

http://www.healthcare-resource-guide.com
Condividi