28 maggio 2022

Il piano cucina: cosa sapere prima di sceglierlo

Il piano della cucina contribuisce all’efficienza quotidiana della stanza più vissuta della casa e concorre alla realizzazione di un ambiente esteticamente equilibrato e gradevole.
Il top è sicuramente la parte più sfruttata all’interno di una cucina. Sul piano della cucina ci si appoggiano pentole, piatti, bottiglie e vasi, vi si adoperano strumenti taglienti e vi si cucinano alimenti di ogni genere. Tutti motivi per i quali la scelta del piano cucina è indubbiamente una di quelle che si dovrebbe prendere con maggiore cura e attenzione. 

Vediamo subito quali sono i fattori principali nella scelta del materiale per la realizzazione del piano cucina:

 

1) Il piano cucina deve possedere caratteristiche tecniche adeguate all’uso

Proprio per questo motivo, quando si sceglie un nuovo piano per la propria cucina, consigliamo di informarsi sulle diverse proprietà tecniche che il singolo materiale presenta: un buon top cucina deve essere realizzato con materiali che si prestino perfettamente non solo alla durabilità, ma anche alla perfetta manutenzione giornaliera. Le resistenze al calore, agli urti e ai graffi, ad esempio, sono caratteristiche fondamentali per chi utilizza la propria cucina quotidianamente e ricerca massima libertà di azione e praticità. In tre aggettivi, un piano cucina qualitativamente buono deve essere resistente, pratico e funzionale.

2) Il fattore estetico: la caratteristica più evidente del piano cucina 

Come già anticipato, la selezione del piano cucina non dipende unicamente dai fattori più propriamente tecnici: nella scelta di materiale e modello, infatti, rientrano anche i fattori estetici, cioè quelli legati al design e allo stile che si vuole conferire al proprio ambiente cucina. Alcuni materiali, come ad esempio il gres porcellanato, si prestano a ricreare ambienti moderni e contemporanei, sia per quanto riguarda le finiture che per quanto concerne i decorativi. Altri, piano-cucina-piastrellatocome il top cucina piastrellato, si orientano decisamente verso lo stile classico e tradizionale.
È utile sapere che alcune volte basta sostituire il piano della cucina per rimodernare l’aspetto delle cucine più vissute.
 

3) Il prezzo del piano cucina: quanto deve influire nella scelta?

Così come la maggior parte dei prodotti, anche i prezzi dei piani cucina variano ampiamente a seconda delle proprietà del materiale scelto, risultando direttamente proporzionali alla loro qualità, resistenza e durata nel tempo. Alcuni materiali dei top per cucina presentano caratteristiche similari - ma non identiche – mentre altri differiscono notevolmente: il gres porcellanato e il quarzo sono entrambi molto resistenti, mentre il laminato, ad esempio, è un materiale superleggero ma non indistruttibile.
Questo giustifica le differenze di prezzo tra un prodotto e l’altro, e rappresenta un indice da tenere in considerazione nella scelta: a prezzi più elevati corrispondono prestazioni migliori.
 
È indispensabile, quindi, prestare la giusta attenzione nella scelta del piano per la propria cucina, così da poter soddisfare appieno le proprie necessità concrete. Scopri pro e contro dei diversi top cucina!

 
Condividi